LaGioiaCheMiDo

…non basta mai.


3 commenti

Asciutta

Ascolto Sigur Rós-Varúð

fiore neve

Una vacca asciutta.
senzalatte né amore
un corpo vuoto
pienosolodi      vuoto
pelle inutile.

Incapace di sfamare
incapace di accudire
incapace di dare amore
lento e osceno declino
della profezia che si compie.

Avvolta avvolgo questo corpo inutile
che si lascia andare
e mai verrà restituito.
Percezione graduale
di assenza.

Forte solo di non-essere
qualcosa di desiderato
lento ad arrendersi.

E la lacrima scende
e nessuno la asciuga.

Dentro a certi silenzi
il rumore è così assordante
che viene solo voglia di scappare.


Lascia un commento

Le tasche piene di sassi

“Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.”

(Le tasche piene di sassi – Jovanotti)

Sto svuotando le mie tasche da sassi pesanti come macigni.

Dimentico i tanti schiaffi che fanno ancora male.

Cancello le umiliazioni da bambina e gli insulti da donna.

Anniento le botte ricevute trasformandole in carezze.

Sposto lontano il bisogno di amore che mi è stato negato.

Tanta fatica e il cuore pesante.

Cerco la forza dentro la mia nuova vita.

Perchè me lo merito.

Io mi perdono.

Mi perdono perchè me lo merito.

Io mi perdono perchè nessuno lo può fare al mio posto.

Mi perdono per tutto il male che ho subito.

Mi perdono perchè quando ero debole nessuno è venuto a prendermi.

Mi perdono perchè la mia nuova vita mi aspetta.

Mi perdono per la mia nuova famiglia che mi merita felice.

Felice per sempre.

Per me e per loro.


Lascia un commento

martedì, 18 gennaio 2005

martedì, 18 gennaio 2005

 …estranea a tutto.

tranne la neve.

serata gelida con le dita che pulsano nervose…mi ritrovo a scrivere per me.

soloperme

inquesti giorni ho ritrovato quello che pensavo essere perso. l’avevo solo lasciato.lì.

.lì.

quello è il posto in cui doveva e deve stare.

cosa c’è di meglio che riuscire ad esorcizzare una paura?


Lascia un commento

…cerca di percepire il silenzio a cui mi costringi sempre.
Cerca di sentire l’assenza di comunicazione che spesso esigi.
Cerca di capire quale sofferenza è per me.
…e cerca di ricordare certe parole pesanti come macigni che mi hai scagliato addosso. Adesso riposano sul fondo del mio cuore insieme ad altre.
Chissà se anche stavolta riuscirò a trasformarle in sabbia e a farle scivolare via con le mie lacrime…